Malattie croniche, Stress Ossidativo, Invecchiamento e Attività Fisica

Con l’età il nostro sistema difensivo si deteriora, la teoria dell’invecchiamento e la teoria dei radicali liberi, proposta da Harman nel 1956, oggi è ampliamente confermata con numerosi argomenti.

  • Prima di tutto sappiamo che i mitocondri si degenerano con il tempo e producono meno energia e più radicali liberi.
  • Lo stress ossidativo aumenta con l’età. Per esempio il sistema del Glutatione si ossida sempre più a partire dai 45 anni, per essere ogni volta meno efficace.
  • Sono state incontrate relazioni dirette nei deficit di antiossidanti e determinate malattie come un deficit del SOD ( Superossido dismutasi) antiossidante importantissimo nel cancro della prostata o di vitamina C e glutatione nel Parkinson.
  • Per ultimo sappiamo che un elevata quantità di ferro nel sangue aumenta di 1,6 volte la probabilità di incontrare il cancro, passa a 2,6 volte il rischio se si associa aumento dei trigliceridi. In altre parole, la carne rossa (ferro), grassi animali, e l’eccesso di alcool (trigliceridi) sono grandi provocatori di radicali liberi, questo si deve all’effetto pre-ossidante del ferro.

.A questo proposito dobbiamo citare il lavoro fatto sugli animali. Grazie a questo è stato possibile osservare direttamente l’effetto nella longevità e la lotta contro i radicali liberi.Cosi si aumentò in cinque mesi la longevità di certi ratti (un 20% extra la durata della sua vita) mediante una manipolazione genetica che permise la produzione di anti-ossidanti nei su mitocondri.

CON LA ETA’ I NOSTRI MEZZI DI DIFESA CONTRO I RADICALI LIBERI SONO OGNI VOLTA MENO ATTIVI: QUESTO E’ L’INVECCHIAMENTO

A parte la nostra conoscenza dei radicali liberi ci aiuta a comprendere meglio i benefici in materia di prevenzione,ci permette anche di intravedere una nuova medicina: la medicina anti-età.

Posto che i radicali liberi sono direttamente responsabili  di molte malattie croniche, la misurazione dello stress ossidativo nel nostro organismo permetterà di mettere a punto il trattamento anti-ossidante a misura, adattato a caso per caso. Questo è il cammino del futuro che incomincia a esplorare il dosaggio,ogni volta sempre più preciso, marcatori dello stress ossidativo ed anti-ossidanti.

Anche se gli specialisti conoscono  bene i meccanismi dell’invecchiamento,ancora non si sa come utilizzarli. Inoltre è difficile fabbricare enzimi antiossidanti efficaci perchè  tenderanno ad essere assorbiti tramite il sistema digestivo.