Curve Spinali da 1 giorno a 10 anni – dalle implicazioni emotive e psicologiche al Modello Circolatorio – Respiratorio


“Se consideriamo la postura come il risultato dell’interazione dinamica di due gruppi di forze – la forza di gravità ambientale da un lato e la forza del l’individuo dall’altra –  la postura è solo l’espressione formale del bilancio di potere esistente in qualsiasi momento tra questi due gruppi di forze. Quindi, qualsiasi deterioramento della postura indica che l’individuo sta perdendo terreno nel suo contesto con la forza di gravità ambientale”.

Schermata 2018-06-14 alle 23.47.34

L’analisi della postura di un paziente fornisce un’enorme quantità di informazioni su quell’individuo. Se e come il paziente compensa o scompensa sotto stress alla gravità, parla delle riserve omeostatiche di quel paziente. Il pattern e il grado di disfunzione muscolare antigravitaria (posturale), la presenza e il tipo di curve spinali di gruppo e le posizioni dei crossover spinale posturale risultanti offrono una visione clinicamente rilevante delle relazioni tra struttura fisica e funzione fisica. L’osservazione della postura può anche offrire al clinico i primi indizi sugli elementi emotivi, spirituali e psicologici sottostanti di un paziente. Al contrario, può anche suggerire una fonte di dolore fisico e di esaurimento di energia che precipita o perpetua disfunzioni non fisiche all’interno di quell’individuo. Il modello posturale comprende una serie di strategie di trattamento progettate per influire sullo stato di salute generale o per trattare la causa sottostante di problemi specifici. Tali strategie svolgono un ruolo centrale nella gestione di alcune condizioni spinali come la scoliosi o la spondilolistesi associate a scompenso posturale. Inoltre, tali strategie possono migliorare significativamente i sintomi associati a una vasta gamma di condizioni neuro-muscoloscheletriche. Il miglioramento posturale può ridurre e potenzialmente eliminare la costante precipitazione e il perpetuarsi dei punti trigger miofasciali e altre disfunzioni somatiche ricorrenti. E’ stat postulata l’adozione di un paradigma gravitazionale per supportare i meccanismi omeostatici  riducendo la nocicezione e la facilitazione segmentale e sostenendo gli obiettivi clinici definiti dal modello circolatorio respiratorio.

La compensazione posturale è coordinata dal CNS con feedback continuo fornito da informazioni visive, informazioni vestibolari dai canali semicircolari e informazioni cinestetiche / propriocettive di tendini e muscoli. La posizione risultante si manifesta in tutto il corpo per ridurre al minimo il fabbisogno energetico e per distribuire e bilanciare lo stress somatico, mantenendo gli occhi e i canali semicircolari il più in alto possibile.Le lezioni omeostatiche posturali sono gradualmente “apprese” dall’interrelazione intercorrente tra i sistemi periferici e il sistema nervoso centrale. Le influenze iniziano con le forze in utero; poi dalla nascita, per tutto il processo di crescita e in senescenza, le strutture e le funzioni dei tessuti molli influenzano entrambe, e sono influenzate dalla domanda funzionale cumulativa posta su di esse mediante compensazione posturale. 


Di conseguenza:


■ Ogni persona compenserà progressivamente in modo diverso a seconda, in parte, dei suoi fattori di rischio intrinseci ed estrinseci unici.


■ Le preferenze e i modelli posturali si conformeranno all’interno della struttura del tessuto connettivo risul- tante.


■ Le strutture neuromusculoscheletriche si rimodellano per riflettere le esigenze funzionali poste su di esse.

■ La capacità funzionale sarà limitata da una struttura inferiore alla struttura ideale.

 

Schermata 2018-06-15 alle 01.43.44
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...